Il pilota di MotoGP Marc Marquez è costretto a fermarsi a causa dei postumi di un infortunio rimediato in seguito a una caduta di cui è stato protagonista alla fine di ottobre mentre si cimentava nel motocross. Gli è stata diagnosticata la diplopia, «ci vede doppio». In seguito ad accurati esami a cui si è sottoposto, è emerso che Marquez ha una percezione doppia dell’immagine a causa di una paralisi del quarto nervo destro con interessamento del muscolo obliquo superiore destro.

Nei giorni scorsi il pilota spagnolo si era messo a riposo dopo l’incidente con la moto da fuoristrada a fine ottobre, saltando in via precauzionale la gara di Portimao in Portogallo. La visita fissata lunedì avrebbe dovuto verificarne lo stato di salute in vista dell’ultima corsa della 2021, e soprattutto dei test a Jerez della settimana successiva, importanti per la messa a punto del prossimo campionato che scatterà a marzo 2022. Ma la settimana scorsa, spiega li comunicato del suo team, «Marc ha continuato a sentirsi male e ha sofferto di problemi alla vista, motivo per cui questo lunedì è stato visitato da un oculista, il dr. Sanchez Dalmau, presso l’Hospital Clinic de Barcelona». Dal controllo è emerso il nuovo inconveniente. «L’esame, ha spiegato il dottor Dalmau, ha confermato che il pilota è affetto da diplopia e ha evidenziato una paralisi del quarto nervo destro con interessamento del muscolo obliquo superiore destro».

Ma capiamo meglio di cosa si tratta…

La diplopia, o visione doppia, è un sintomo visivo che si manifesta con la percezione simultanea di due immagini relative ad un unico oggetto. La visione doppia può essere transitoria, costante od intermittente.

Le cause della diplopia possono essere le più svariate, ma le più frequenti sono traumatiche, proprio come nel caso di Marc Marquez, oppure secondarie rispetto ad altre malattie o altri disturbi come l’edema della papilla ottica che si verifica per esempio in caso di coma cerebrale. La diplopia si verifica anche a causa dello strabismo. Tuttavia, l’occhio soppresso perde poi acuità visiva e insorge dunque una ambliopia strabica.

Il motivo per cui vengono percepite due immagini è che la diplopia fa venire meno quel meccanismo di fusione che permette al cervello di unire le due immagini percepite dai due occhi, che sono leggermente diverse perché percepite da posizioni un po’ diverse. In una situazione normale, infatti, attraverso processi neurologici molto complessi la corteccia visiva riesce a integrare le due immagini dei due occhi creandone una sola. Invece se insorgono disturbi neurologici o muscolari la corteccia visiva non riesce più a fondere le due immagini e dunque il soggetto è affetto da diplopia e vede doppio.

A cura di
Redazione

Commenta con Facebook

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.