Il sistema nervoso comprende tutto il tessuto del corpo umano ed è suddiviso in Sistema Nervoso Centrale SNC e Sistema Nervoso Periferico SNP.Il sistema nervoso centrale, è costituito dall’encefalo e dal midollo spinale. È responsabile dell’elaborazione e coordinamento delle informazioni sensitive e degli stimoli motori, ed è inoltre la sede delle funzioni superiori come: l’intelligenza, la memoria, l’apprendimento e le emozioni.

Il sistema nervoso periferico comprende tutto il tessuto nervoso presente all’esterno del SNC. Il SNP trasporta informazioni sensitive al SNC e comandi motori dal SNC ai tessuti e agli organi periferici.

Dal punto di vista funzionale, può essere suddiviso in un compartimento afferente, che trasporta le informazioni sensitive dai recettori somatici e viscerali al sistema nervoso centrale, e in un compartimento efferente, che trasporta gli impulsi motori ai muscoli e alle ghiandole.
Il tessuto nervoso possiede 2 tipi di cellule: le cellule nervose o neuroni e le cellule di supporto o neuroglia.

I neuroni sono responsabili del trasferimento e dell’elaborazione delle informazioni. Un neurone tipo presenta un corpo cellulare, un assone e diversi dendriti, ovvero terminazioni neuronali specializzate a rispondere a specifici stimoli provenienti dall’ambiente extracellulare.

Le cellule gliali o neuroglia, costituiscono invece una rete di supporto per il tessuto nervoso.

I neuroni possono essere suddivisi in 3 categorie funzionali:

  • Neuroni sensitivi: la loro funzione è quella di condurre le informazioni verso il SNC, quindi raccolgono le informazioni proveniente dall’ambiente esterno ed interno;
  • Neuroni motori: sono neuroni che formano il compartimento efferente del sistema nervoso e trasportano gli impulsi dal SNC agli effettori periferici;
  • Interneuroni: processano le informazioni sensitive e coordinano le risposte motorie.

Tutte le cellule hanno un potenziale di membrana, che rappresenta la carica elettrica della cellula a riposo. Quando l’assone è raggiunto dallo stimolo, quest’ultimo produce una temporanea modificazione della permeabilità della membrana plasmatica in una precisa regione dell’assone. Questa temporanea modificazione di permeabilità determina una modificazione del potenziale di membrana dell’assone. Se lo stimolo è sufficiente a determinare un potenziale d’azione, viene detto stimolo soglia.
Quando un potenziale d’azione si sviluppa in una determinata regione dell’assone, è destinato a propagarsi lungo di esso verso la terminazione sinaptica.
Per eccitabilità si intende la capacità di una membrana cellulare di rispondere ad uno stimolo adeguato. Un potenziale d’azione o impulso nervoso è una modificazione del potenziale di membrana che si sviluppa quando la membrana è stimolata a un livello conosciuto come livello di soglia.

A cura di
Dott. Celia Gianmaria e Dott.ssa Marta Doria

Commenta con Facebook