(Per scaricare gratuitamente l’articolo, clicca qui).

Il Sit and Reach Test è una misura comune della flessibilità e misura specificamente la flessibilità della parte bassa della schiena e dei muscoli posteriori della coscia. Questo test è importante perché la tensione in quest’area è implicata nella lordosi lombare, nell’inclinazione pelvica in avanti e nel dolore lombare. Questo test è stato descritto per la prima volta da Wells e Dillon (1952) ed è ora ampiamente utilizzato come test generale di flessibilità.

Protocollo di esecuzione del Sit and Reach

Questo test prevede di sedersi sul pavimento con le gambe tese in avanti. Le scarpe dovrebbero essere rimosse. Le piante dei piedi sono posizionate piatte contro la scatola. Entrambe le ginocchia dovrebbero essere bloccate e premute contro il pavimento (il tester può aiutare tenendole abbassate). Con i palmi rivolti verso il basso e le mani una sopra l’altra o una accanto all’altra, il soggetto si allunga il più possibile in avanti lungo la linea di misurazione.

Dopo un po’ di pratica, il soggetto allunga la mano e mantiene quella posizione per almeno 1/2 secondi mentre la distanza viene registrata.

Si mantiene la posizione di massimo allungamento per 2 secondi.

Affidabilità del Test

L’affidabilità di questo test dipenderà dalla quantità di riscaldamento consentita e dal fatto che le stesse procedure vengano seguite ogni volta che si esegue il test. La maggior parte delle norme per i test di seduta e portata non si basano su alcun riscaldamento precedente, sebbene i migliori risultati si ottengano dopo un riscaldamento o se il test è preceduto da un test come il test di resistenza che può fungere da riscaldamento.

Quali sono gli svantaggi?

Le variazioni nella lunghezza del braccio, della gamba e del tronco possono rendere fuorvianti i confronti tra gli individui. Questo test è specifico per la gamma di movimento e per i muscoli e le articolazioni della parte bassa della schiena e dei muscoli posteriori della coscia e potrebbe non essere rilevante per altre parti del corpo.

Ci sono alcune varianti del test. Molte delle variazioni di questo test coinvolgono le differenze nel valore del livello dei piedi. La misura più logica è usare il livello dei piedi come zero di registrazione, in modo che qualsiasi misura che non raggiunge le dita dei piedi sia negativa e qualsiasi portata oltre le dita dei piedi sia positiva.
Tuttavia, l’utilizzo di valori negativi è più difficile per l’analisi statistica e per il confronto dei risultati. La procedura per la versione Presidents Challenge richiede che la scatola sia realizzata con 9 pollici (23 cm) a livello dei piedi, quindi raggiungere due pollici oltre le dita dei piedi viene registrato come 11 pollici. Il manuale Eurofit suggerisce di avere 15 cm al livello dei piedi.

Cosa significano i risultati dei test di Sit and Reach?

I risultati di Sit and Reach confrontano la tua flessibilità nel tempo e confrontano il tuo punteggio con le norme, o le medie, per sesso ed età. Un’adeguata flessibilità ha riguardato la possibilità di raggiungere le dita dei piedi mentre si tengono le gambe dritte. Se non riesci a raggiungere le dita dei piedi (il segno di 26 cm sul righello), la tua flessibilità è inferiore a quella raccomandata.

Uomini adulti – risultati in centimetri (cm):

  • Sopra 34 = Eccellente
  • 28 a 34 = sopra la media
  • 23 a 27 = media
  • 16 a 22 = Sotto la media
  • Sotto 16 = Scadente

Donne adulte – risultati in centimetri (cm):

  • Sopra 37 = Eccellente
  • Da 33 a 36 = sopra la media
  • 29 a 32 = media
  • Da 23 a 28 = sotto la media
  • Sotto 23 = Scadente

(Per scaricare gratuitamente l’articolo, clicca qui).

Riferimenti Bibliografici
Wells K.F. et al – Il Sit and Reach. Una Prova di Flessibilità della Schiena e delle Gambe. Research Quarterly – 1952;

A cura di
Dott.ssa Marta Doria e Dott. Gianmaria Celia

Commenta con Facebook