Ci sono anche Carlo Ancelotti e Pep Guardiola nella lista dei “Pandora Papers”, l’inchiesta pubblicata domenica dai giornalisti investigativi dell’International Consortium (ICIJ) dopo l’analisi di 11,9 milioni di documenti, provenienti da 14 società di servizi finanziari, che ha scoperto più di 29.000 società offshore.

Nell’elenco anche primi ministri ed ex (Tony Blair, Strauss-Khan), presidenti, nobili e stelle dello sport (Sachin, Tendulkar, Jacques Villeneuve e il pattinatore canadese Elvis Stojko) e dello spettacolo (Shakira, Claudia Schiffer).

Secondo la stampa spagnola Ancelotti, sotto indagine in Spagna per le sue tasse nel 2013 e nel 2015, in coincidenza con la sua prima tappa alla guida della panchina del Real Madrid, avrebbe utilizzato una società delle Isole Vergini britanniche per gestire i suoi diritti d’immagine, cosa già nota e su cui il Tesoro sta indagando.

Guardiola invece è nella lista per un conto corrente non dichiarato ad Andorra dal 2003 al 2012: avrebbe poi approfittato poi di un condono fiscale del governo Rajoy per regolarizzare la sua posizione.

A cura di
Redazione

Commenta con Facebook

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *