Il muscolo retto dell’addome, fa parte della parete addominale anteriore a ha la forma di un grosso nastro. Origina dalla quinta, sesta e settima costola e dall’appendice xifoide dello sterno.
L’inserzione arriva a livello del pube. È innervato dagli ultimi 6 nervi intercostali e dal nervo Ileo-ipogastrico.

Contraendosi abbassa le coste e come funzione principale ha quella di flettere il tronco in avanti in avvicinamento del torace al bacino.

Vi proponiamo 3 esercizi per lo stretching del retto dell’addome.
Esecuzione 1° esercizio: distendetevi in decubito prono (pancia in giù), sollevate il tronco e appoggiatevi sui gomiti così da sentire una leggera tensione sull’addome.

Esecuzione 2° esercizio: appoggiate la schiena con tutto il corpo ad un supporto verticale. Sollevate le braccia e portandole all’indietro, con le mani afferrate il supporto. Da questa posizione scendere il corpo in avanti senza spostare i piedi. Questo esercizio oltre all’allungamento degli addominali, permette di allungare il grande dorsale e il tricipite.

Esecuzione 3° esercizio: mettetevi in ginocchio e, mantenendo il resto del corpo in modo verticale, inclinatevi a poco a poco all’indietro inarcando il corpo ma tenendo distese le gambe. Inclinatevi fino a toccare con le mani i talloni, ma senza mai raggiungere il dolore.

Riferimenti bibliografici
Esquerdo O. M. – “Enciclopedia dello Stretching” – 2012;

A cura di
Dott.ssa Marta Doria e Dott. Gianmaria Celia

Commenta con Facebook