Lo sternocleidomastoideo è un muscolo situato nella regione antero-laterale del collo. Ha il compito di flettere e inclinare lateralmente la testa, facendola ruotare dal lato opposto.

Vi proponiamo 3 esercizi per lo stretching dello sternocleidomastoideo.
Esecuzione 1° esercizio: in posizione seduta, lasciate che la testa si inclini da un lato, poi fatela scendere un po di più aiutandovi con la mano omolaterale.

Esecuzione 2° esercizio: in posizione seduta, ruotate la testa da un lato aiutandovi con il braccio opposto. La mano che aiuta la rotazione va appoggiata sulla mandibola, mentre l’altra preme sul gomito.

NB: sebbene possano essere eseguiti anche in posizione eretta, quando si tratta dell’allungamento della testa è sempre consigliabile evitare di stare in piedi, poiché si potrebbe correre il rischio di perdere l’equilibrio. Inoltre, occorre farli lentamente e MAI in modo prolungato e intenso, in quanto sono coinvolte aree sensibili.

Esecuzione 3° esercizio: in posizione seduta, inclinare la testa da un lato, ruotandola leggermente come se si dovesse guardare in alto verso un angolo. La combinazione di questi 2 movimenti, permette non solo l’allungamento dello Sternocleidomastoideo, ma anche del muscolo scaleno, retto anteriore e muscoli lunghi della testa e del collo.
Quando si rivolge lo sguardo verso l’alto, bisogna evitare di inclinare il corpo: il movimento deve interessare solo testa e collo, mentre le spalle rimangono orizzontali e rilassate.

A cura di
Dott.ssa Marta Doria e Dott. Gianmaria Celia

Commenta con Facebook