Un’altra buona notizia per chi segue la dieta mediterranea, non a caso riconosciuta nel 2010 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO: l’ultimo studio che la riguarda mostra risultati promettenti per contrastare e migliorare la disfunzione erettile, un problema che spesso si manifesta negli uomini adulti che soffrono di ipertensione.

Disfunzione erettile e flusso sanguigno

Molti studi hanno già dimostrato che seguire una dieta sana ed equilibrata poca carne rossa e latticini, ma pesce, cereali (meglio integrali), molta frutta e verdura e olio d’oliva, svolge un ruolo nel mantenimento di vari parametri di salute vascolare e, pertanto, di qualità della vita. Ora, da una nuova ricerca condotta dall’Università di Atene e presentata al Congresso ESC 2021 della European Society of Cardiology, risulta che negli uomini di mezza età con ipertensione, riduce i problemi di flusso sanguigno che sono direttamente collegati alla disfunzione erettile. Inoltre, alza i livelli di testosterone.

I ricercatori hanno preso in esame 250 uomini di età media di 56 anni che soffrivano di ipertensione e disfunzione erettile per esaminare se le loro abitudini alimentari fossero correlate alla forma fisica, ai livelli di testosterone, al flusso sanguigno, alla rigidità arteriosa.

Dieta mediterranea e sport

Il consumo della dieta mediterranea è stato valutato dalle risposte a un questionario in base al quale i partecipanti ricevevano un punteggio da 0 a 55: più i valori erano alti e più indicavano una maggiore aderenza alla dieta. La capacità di esercizio fisco, invece, è stata valutata con un test su tapis roulant, mentre il testosterone è stato misurato in campioni di sangue prelevati prima delle 09:00. Inoltre, è stata misurata la salute vascolare: i valori più alti indicavano arterie più rigide, associate a un aumentato rischio di eventi cardiaci.

Infine, la gravità della disfunzione erettile è stata valutata dai ricercatori utilizzando un questionario – Sexual Health Inventory for Men (SHIM), dal quale hanno rilevato che gli uomini con un punteggio più alto nella dieta mediterranea avevano anche una riserva di flusso coronarico e testosterone più elevati e, pertanto, migliori prestazioni erettili.

«Nel nostro studio, il consumo di una dieta mediterranea veniva collegato a una migliore capacità di esercizio fisico, arterie e flusso sanguigno più sani, livelli più elevati di testosterone e prestazioni erettili – conclude Athanasios Angelis dell’Università di Atene, autore dello studio -. E sembra credibile che seguire la dieta mediterranea possa migliorare il problema della disfunzione erettile, migliorando la funzione dei vasi sanguigni e limitando il calo del testosterone che si verifica agli uomini di mezza età».

FONTE: Focus

A cura di
Redazione

Commenta con Facebook

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *