L’ileopsoas chiamato anche “muscolo dell’anima”, è uno dei muscoli meno conosciuti del corpo, di cui a volte si sottovaluta l’importanza, ma in realtà influisce sulla mobilità, sulla postura e di conseguenze sul benessere fisico.
È formato da 3 muscoli:

  • Piccolo psoas (assente nella maggior parte delle persone);
  • Ileo;
  • Grande psoas.

Nel suo insieme, è un possente flessore che contribuisce alla rotazione esterna della coscia.
Un esercizio di stretching che coinvolge l’ileopsoas (insieme al retto femorale del quadricipite), è la flessione dell’anca in appoggio sul ginocchio

Vi proponiamo 2 esercizi per lo stretching dell’ileopsoas.

Esecuzione 1° esercizio: appoggiare il piede per terra con il ginocchio perpendicolare ad esso (evitare di portare il ginocchio più avanti del piede in appoggio). Spingere la gamba opposta verso dietro, mantenendo il ginocchio appoggiato a terra.
Se si desidera far lavorare anche il quadricipite, bisogna afferrare la caviglia dell’arto inferiore posto dietro e portarla verso il gluteo (spingere il bacino verso il basso e in avanti).

Esecuzione 2° esercizio: stenditi in posizione prona e porta le mani vicino le spalle, mantenendo le anche appoggiate per terra. Guarda in avanti e solleva il busto raddrizzando le braccia.

A cura di
Dott.ssa. Marta Doria e Dott. Gianmaria Celia

Commenta con Facebook