Sviluppare un buon equilibrio non è per niente semplice. Il nostro corpo è una struttura instabile in continua lotta contro la forza di gravità per non cadere. 
L’equilibrio, rientra nelle capacità coordinative, le quali dipendono dalla capacità del sistema nervoso di ricevere le percezioni dai recettori e di elaborare una risposta motoria legata alla richiesta del movimento.

Vengono distinti due aspetti della capacità di equilibrio: il primo consiste nel mantenere uno stabile e specifico orientamento in riferimento al compito motorio che sta svolgendo ed il secondo è la capacità di ristabilire, nel più breve tempo possibile, tale condizione, quando intervengono delle cause che modificano le caratteristiche iniziali.

L’equilibrio può quindi essere:

  • Statico: si basa sull’elaborazione dei segnali degli analizzatori vestibolari, cinestesici, tattili e ottici. Per sviluppare l’equilibrio dinamico, si consigliano esercizi di mantenimento di posture statiche nello spazio come ad esempio: sollevarsi sui talloni, sul bordo esterno dei piedi sia in appoggio monopodalico che bipodalico, sollevarsi sugli avampiedi, eseguire spostamenti liberi nello spazio e al segnale assumere posizioni di equilibrio predeterminate e mantenerle per 5 secondi;
  • Dinamico: si intende la conservazione del proprio atteggiamento quando si esegue un atto motorio. Possono essere proposti esercizi dinamici come camminare su: appoggi instabili, camminare seguendo delle linee disegnate sul terreno, creare percorsi motori caratterizzato da continui cambi di direzione, cambi di senso;
  • In fase di volo: quando il corpo non si trova in appoggio sul suolo. Le esercitazioni possono prevedere il superamento di ostacoli, balzi in diverse direzioni o combinare varie esercitazioni motorie come “colpire una palla stando in posizione sul bosu”.

Ma perché è così importante questa capacità?
Migliorando il tuo equilibrio, migliorerà sicuramente la tua prestazione. Infatti, un buon equilibrio riduce sforzi aggiuntivi, rendendo le tue attività più efficaci ed efficienti. Anche le più semplici attività quotidiane con lo sviluppo di una buona capacità di equilibrio verranno eseguite con meno difficoltà.
L’equilibrio è una capacità che andrebbe allenata sin da bambini, tramite il gioco-sport, o comunque anche in età adulta dovrebbero essere aggiunti esercizi di equilibrio nelle routine di allenamenti cardiovascolari, di forza e flessibilità.

A cura di
Dott.ssa Marta Doria e Dott. Gianmaria Celia

Commenta con Facebook