Si sa che fare attività fisica in tutte le fasi della nostra vita è molto importante perché porta diversi benefici.
Molte persone si chiedono:
Ma è importante fare attività fisica una volta raggiunta la fase della terza età?
Ebbene sì, può sembrare banale, ma è molto importante praticare attività fisica in terza età, andiamo a vedere nello specifico questa meravigliosa e fantastica fase della nostra vita.
Quando si arriva nella fase della terza età, non si è più giovani come un tempo e allora si incomincia ad andare incontro ai primi “acciacchi”, ovvero dei dolori all’apparato muscolo-scheletrico.

L’apparato muscolo-scheletrico comprende l’insieme delle strutture ossee, articolari e muscolari che svolgono funzioni di sostegno e di difesa dell’organismo e che ne consentono il movimento.

Praticando quotidianamente attività motoria o sportiva, può influire positivamente sulla vita degli anziani, migliorando le loro condizioni fisiche e psicologiche. Ovviamente praticare attività fisica non deve richiedere un grande sforzo del corpo, ormai non più giovane, ma si deve fare una ginnastica dolce, seguendo un programma specifico e personalizzato.

Si può sempre praticare sport in questa fase?
No, non sempre. Prima di iniziare un percorso specifico e personalizzato, bisogna consultare il medico.
Non tutti gli anziani hanno le stesse patologie quindi è importante consultare il medico e decidere insieme il programma utile per quel soggetto con quella determinata patologia.
Ad esempio, alcuni sport non possono essere praticati, come: lo scii, o gli sport con racchette, il tennis, lo squash che possono sovraccaricare le articolazioni. Correre potrebbe danneggiare il cuore.Per questo motivo si pratica la ginnastica dolce che sono esercizi che vengono adattati agli anziani, si pratica in gruppo, rafforza e tonifica il corpo.

Vediamo 4 tipi di esercizi:

  • Aerobici (camminata): per aiutare a migliorare la funzionalità dell’apparato cardiovascolare;
  • Di resistenza (con pesetti): per favorire il potenziamento muscolare;
  • Di flessibilità (stretching, yoga, il pilates): per rendere più elastica la colonna vertebrale e i muscoli del corpo;
  • Di equilibrio (Tai-chi, danza, ginnastica): per rafforzare i muscoli delle gambe e dei piedi e ridurre il rischio di caduta.

Idealmente gli over 65 (in buona salute) dovrebbero fare allenamento almeno 2/3 giorni a settimana, alternando esercizi di potenziamento muscolare ed esercizi aerobici.

A cura di
Dott.ssa Erica Barbera

Commenta con Facebook