La qualificazione olimpica già raggiunta e la situazione dei contagi hanno convinto la federazione a rinunciare agli eventi continentali di ritmica e artistica a Kiev e Mersin.

Niente Europei per la ginnastica italiana. La federazione ha deciso di non partecipare alle rassegne continentali di ritmica, in programma a Kiev, in Ucraina, dal 26 al 29 novembre, e di non mandare le Nazionali, a Mersin, in Turchia, per gli Europei di Artistica maschile (9-13 dicembre) e femminile (17-20 dicembre). Alla base della decisione i motivi di sicurezza legati alla pandemia di Covid.

Le nazionali italiane, pertanto, si metteranno da subito al lavoro per preparare gli appuntamenti del 2021 qualificanti per i Giochi di Tokyo: a cominciare dalle tappe del circuito di World Cup, calendarizzate all’inizio del nuovo anno, fino agli Europei di Artistica a Basilea, in Svizzera, dal 21 al 25 aprile, e a quelli di Ritmica a Varna, in Bulgaria, dal 9 al 13 giugno.

Intanto a Tokyo, nel palazzetto olimpico che ospiterà le gare di ginnastica, è in programma per domenica il primo evento internazionale nella capitale giapponese dall’inizio della pandemia. Si tratta di un quadrangolare di artistica tra Usa, Cina, Russia e ovviamente Giappone.
Un raggio di luce a cinque cerchi.

FONTE: La Gazzetta

A cura di
Redazione

Commenta con Facebook