Prima di andare a parlare del massaggio ayurveda, dobbiamo necessariamente dare una definizione di massaggio.  

Che cos’è il massaggio? 

Il massaggio è un insieme di manovre tecniche adoperate per dare beneficio psico-fisico al soggetto che si sottopone a questo tipo di servizio.

Che cos’è il massaggio ayurvedico?

Il massaggio ayurvedico, fa parte della filosofia orientale, nata in India nel 400 A.C, non riconosciuto dalla medicina scientifica, per questo viene considerato parte integrante della medicina alternativa. Una sorta di trattamento olistico, basato su tecniche di massaggio che puntano alla stimolazione dei centri energetici (chakra e dosha) e che scaturiscono nel soggetto benessere psico-fisico, spirituale, ma anche cardiovascolare, metabolico e ormonale, infatti viene consigliato alle donne durante il periodo della gravidanza.

Quali sono le tipologie di massaggio ayurvedico?

Il massaggio ayurvedico si distingue in diverse tipologie in base:

  • Alle tecniche di manipolazione;
  • All’area di corpo coinvolta, infatti può essere completo quindi riguardare tutto il corpo, o localizzato ovvero il lavoro viene svolto su quella precisa zona interessata;
  • All’uso di erbe medicinali;
  • All’utilizzo di oli essenziali e di oli, generalmente di sesamo, di mais o di girasole.

Il massaggio ayurvedico comprende varie tipologie ovvero:

– Massaggio Padabhyanga;
– Massaggio Shirodhara;
– Massaggio Griva Abhyanga;
– Massaggio Udvartana;
– Massaggio Shiroabhyanga;
– Massaggio Sarvanga Abhyanga;
– Massaggio Tandabhyanga;
– Massaggio del Dosha Kapha;
Massaggio Gamathi;
– Massaggio Abhyanga;
– Massaggio Phenakam;
– Massaggio Mukhabhyanga;
– Massaggio Antikapha.

Quali sono i benefici del messaggio ayurvedico?

I benefici del massaggio ayurvedico sono principalmente psico-fisici, in quanto mirano all’armonia tra corpo e mente, infatti il massaggio ayurvedico punta al riequilibrio totale tra mente e corpo, dando spazio e importanza anche ad un corretto stile di vita e ad una sana alimentazione. 
Quindi possiamo distinguere i benefici in due categorie:

  • Benefici psichici:
    -Ridurre gli stati ansiosi (ovviamente ci riferiamo ad un tipo di ansia fisiologica e non patologica);
    -Favorire il rilassamento;
    -Diminuisce gli stati impetuosi;
    -Contrastare le tensioni, la stanchezza e l’affaticamento mentale;
    -Regola l’iperattività;
    -Migliora le capacità di concentrazione e di attenzione;
    -Alleviare lo stress;
    -Previene e riduce eventuali dolori di mal di testa.
  • Benefici fisici:
    -Ridurre la cellulite e l’adiposità viscerale;
    -Eliminare l’affaticamento muscolare;
    -Favorire la perdita di peso;
    -Ridurre le tensioni muscolari;
    -Favorire e stimolare la circolazione linfatica e sanguigna;
    -Contrastare i dolori muscolari e i dolori articolari;
    -Elidere il gonfiore delle gambe e dei piedi;
    -Favorire l’eliminazione di tossine.

Quali sono le controindicazioni?

Il massaggio ayurvedico è sconsigliato in presenza di infiammazioni acute o di dolore, ed è controindicato in caso di patologie cardiache (ipertensione, ischemia, infarto), ma anche in caso di flebiti o disturbi circolatori gravi. Naturalmente stiamo parlando di casi patologici e non fisiologici, ovvero quando è presente una vera e propria patologia o problematica. 

A cura di
Dott.ssa Maria Cugliari

Commenta con Facebook